Capelli ricci d’estate: come curarli grazie ai consigli di OfficinaRiccia

Capelli ricci d’estate: come curarli grazie ai consigli di OfficinaRiccia

Dopo un lungo inverno ed una primavera alquanto deludente, sono finalmente arrivate le giornate di sole e caldo tipiche del periodo estivo. Lunghe giornate al mare o a bordo piscina ci aspettano, ma cosa fare per i nostri capelli ricci per niente amici di umidità e caldo?

Quali Rimedi?

Questa umidità appiccicosa, oltre ad essere antipatica per il corpo, causa anche quell’effetto crespo ai capelli ricci tanto odiato. Le alte temperature disidratano facilmente i capelli ricci e questi, assetati, ricercano l’umidità nell’aria. In che modo? Aprendo le squame della cuticola. Risultato? La chioma ha un aspetto crespo, arruffato, opaco.

Come si può combattere tutto ciò? La tua battaglia inizia sotto la doccia: lava i capelli con uno shampoo idratante. Prosegui poi con una maschera anch’essa idratante e sigillante, lasciala in posa e poi risciacqua. Applica il prodotto styling più adatto al tuo tipo di riccio e asciuga i capelli all’aria. Eh, sì, almeno in estate abbandona il phon e lascia che il sole e il caldo asciughino la tua chioma…ti ringrazierà.

 

Piscina e Spiaggia

“Adoro tuffarmi in acqua e per me un bagno non è tale se non mi immergo totalmente, testa compresa”. Ma come si fa a rilassarsi tra le onde del mare o in piscina con l’ansia di bagnarsi i capelli?

Sì quindi ai capelli bagnati, ma leggi con attenzione i suggerimenti che stiamo per darti.

Il cloro e l’acqua salata hanno effetti molto diversi sui capelli:

– Il sale si asciuga, estrae l’umidità e può semplicemente essere eliminato con acqua dolce. Sciacqua quindi i capelli abbondantemente possibilmente dopo ogni tuffo in mare

– Il cloro è diverso, gli piace la porosità del capello, si appoggia e lì vi rimane finché non viene eliminato con un bagno capillare. Disidrata fortemente i capelli e talvolta li fa diventare anche verdognoli.

Il nostro suggerimento è quello di usare sempre la cuffia in piscina, ma capiamo bene anche il desiderio di sentire la fresca sensazione dell’acqua in testa e fra i capelli. In questo caso fai uno shampoo, seppur leggero, per assicurarti di eliminare ogni residuo di cloro e idrata con una maschera per le lunghezze e le punte.

Un suggerimento: Preoccupata per i grovigli? Fai una treccia prima di entrare in acqua. Mantenere i capelli in trecce ridurrà al minimo la capacità dei capelli di muoversi e quindi di annodarsi.

 

Cuffia in piscina

Certo, è antiestetica, ma fondamentale perché ripara i capelli dall’azione nociva del cloro.

Il nostro suggerimento è di usarne due: la prima in lycra (delicata sui capelli) e la seconda in silicone (perfettamente impermeabile). Prima di indossarle, inumidisci i capelli e applica una dose di maschera idratante su lunghezze e punte…farà da barriera al cloro e agirà per tutto il tempo della vostra nuotata.

 

Esposizione al sole

I capelli, vanno protetti dall’esposizione al sole. Una soluzione? Il cappello. Indossa un cappello quando sei fuori sotto il sole caldo. Proteggerà i tuoi capelli, prevenendo la disidratazione. Preoccupata per il look? Hai paura che i ricci si schiacceranno? Considera di appoggiare il cappello sopra i ricci senza schiacciarlo eccessivamente sulla testa. Muovilo il meno possibile per mantenere la definizione. Poi più tardi, quando il sole sarà calato e il cappello non servirà più, vai a testa in giù, massaggia le radici con i polpastrelli per far tornare il volume e fai un po’ di scrunching per ravvivare la forma.  Ti ritroverai con ricci definiti e voluminosi!

Lascia un commento

Your email address will not be published.